Sunskin Tattoo x Enzo Brandi

Intervista fatta da Sunskin Tattoo X Brandi Enzo

Leggi l’intervista fatta ad Enzo Brandi

“Nato a Napoli nel 1977, Enzo Brandi inizia a tatuare come auto didatta a soli 18 anni, quando in Italia l’arte del tatuaggio era ancora tutta da scoprire. Affascinato da questo mondo, inizia a viaggiare con il solo scopo di conoscere quei grandi artisti capaci di realizzare veri e propri capolavori sulla pelle. Apre il suo primo tattoo studio nel 2000 e da allora non si è mai soffermato sugli stili esistenti cercando invece di dare ai propri lavori uno stile che fosse pura espressione della sua cultura partenopea dando vita nel tempo al old school Napoletano. Ad oggi, dopo 20 anni di carriera in perenne ascesa, è di sicuro uno dei pilastri del tatuaggio internazionale.
.
.
.
Ciao Enzo, come prima cosa raccontaci un po’ del tuo studio.
.
Avevo 17 anni quando per le prime volte iniziai a tatuare e studiare la cultura del tatuaggio, questo mi portò dapprima a viaggiare nel mondo per conoscere stili e tradizioni straniere, poi ad aprire il mio primo studio di tatuaggi nel 2000. Nacque cosi ’“Enzo Brandi Tattooing”, un punto di ritrovo per chi ama il tatuaggio a Napoli.
.
.
.
Molti tatuatori che hanno i tuoi stessi anni di esperienza trovano molto difficile o addirittura impossibile rapportarsi con i nuovi canali “social” che gli permetterebbero oggi di farsi conoscere al di fuori del territorio dove operano, al contrario sembra che tu invece ti ci trovi pienamente a tuo agio, spiegaci quale è il tuo segreto per avere sempre così tanto entusiasmo in tutto ciò che fai.
.
Io penso che il mio segreto non sia un vero è proprio segreto, sono semplicemente il mio continuo interesse nell’evoluzione ed il mio costante contatto con i giovani a darmi forza ed entusiasmo nel mio lavoro quotidianamente. In più il mio staff, che è come una famiglia per me, mi aiuta ogni giorno a far si che tutto questo sia visibile sui social network.
.

22 anni sono lunghi e molto nel mondo del tatuaggio nel bene o nel male è cambiato avendo il mercato messo a disposizione dei tatuatori una innumerevole quantità di attrezzature di tutti i tipi e prezzi facendo si che spesso si dia poco valore al materiale che si utilizza per realizzare i propri lavori. Per te è cambiato qualcosa?
Il tuo modo di tatuare in questi anni è cambiato? e se si in che modo? C’è stata una evoluzione della tua attrezzatura da quando hai iniziato ad oggi?
.
Il mio modo di tatuare e l’evoluzione del mio stile vanno di pari passo con l’evoluzione del settore delle attrezzature del tatuaggio. Le macchinette negli anni hanno raggiunto sicuramente un altissimo livello di precisione, leggerezza e velocità, e come diceva mio nonno: “Song’ ‘e fierr ca’ fann ‘o mast”, per cui ho da sempre investito nella ricerca di nuove attrezzature e specialità.
.
.
.
Il tuo rapporto con le Tattoo Expo?
.
Nonostante siano ormai più di 20 anni che sono in giro per Tattoo Expo di tutto il mondo, non perdo il mio entusiasmo e la mia passione per il profondo confronto artistico che solo una tattoo expo può fornire ad un tatuatore.
.
.
.
Oggi il nome Enzo Brandi in terra Partenopea risuona come una istituzione, un vero e proprio guru del tatuaggio a Napoli, Giocatori di calcio, Cantanti, Attori e Vip in genere vogliono te per farsi imprimere sulla pelle il loro disegno, a parte essere veramente bravo, c’è qualcos’altro che li porta a cercare il tuo nome?
.
Penso che la risposta sia da ritrovare nel mio modo di trattare le persone che vengono al mio studio, sempre allo stesso modo: con estremo rispetto e enorme accoglienza. Da sempre mi siedo e tatuo non pensando alla persona in sé che ho davanti, ma alla sua intenzione di portare su se stessa una mia opera. C’è quindi una reciproca forma di rispetto e onore ogni volta che effettuo un tatuaggio. Colgo l’occasione per ringraziare tutti quelli che da oltre 20 anni hanno fiducia in me e nel mio staff e porteranno per sempre i loro ricordi e le loro speranze tatuate da me sulla loro pelle.
.
.
#sunskintattoomachines
#tattoonapoli
#traditionaltattoo
#builttolast
#brandienzo
#tattoo
#interview
#tatuaggio
#napoli
#napolitattoo